Home » michea » Michea 6

Michea 6

Scegli Versione/i da visualizzare in parallelo

Nuova Riveduta C.E.I. Nuova Diodati Luzzi/Riveduta Diodati

Un servizio di La Parola.net.

Indice altri libri della bibbia

Michea 6

Il Signore muove causa contro il suo popolo
Gr 2:4-7; 1S 12:7-12
1 Ascoltate quindi ciò che dice il SIGNORE:
«Àlzati, contendi con le montagne,
i colli odano la tua voce!
2 Ascoltate, o monti, la causa del SIGNORE!
Anche voi, salde fondamenta della terra!
poiché il SIGNORE contende con il suo popolo
e vuol discutere con Israele.
3 Popolo mio, che ti ho fatto?
In che cosa ti ho stancato?
Testimonia pure contro di me!
4 Sono io infatti che ti ho condotto fuori dal paese d’Egitto,
ti ho liberato dalla casa di schiavitù,
ho mandato davanti a te Mosè, Aaronne e Maria.
5 Ricorda dunque, popolo mio, quel che tramava Balac, re di Moab,
e che cosa gli rispose Balaam, figlio di Beor,
da Sittim a Ghilgal,
affinché tu riconosca la giustizia del SIGNORE».

Sl 50:7, ecc.; 51:16-17; Is 1:11-19; Os 6:6
6 Con che cosa verrò in presenza del SIGNORE
e mi inchinerò davanti al Dio eccelso?
Verrò in sua presenza con olocausti,
con vitelli di un anno?
7 Gradirà il SIGNORE le migliaia di montoni,
le miriadi di fiumi d’olio?
Dovrò offrire il mio primogenito per la mia trasgressione,
il frutto delle mie viscere per il mio peccato?
8 O uomo, egli ti ha fatto conoscere ciò che è bene;
che altro richiede da te il SIGNORE,
se non che tu pratichi la giustizia,
che tu ami la misericordia
e cammini umilmente con il tuo Dio?

(Am 8:4-8; 5:11-13) 1R 9:6-9
9 La voce del SIGNORE grida alla città,
chi ha senno teme il tuo nome.
«Ascoltate la minaccia del castigo e colui che lo manda!
10 Ci sono ancora, nella casa dell’empio,
tesori illecitamente acquistati,
e l’efa scarso, che è cosa abominevole?
11 Sarei io puro se tollerassi bilance false
e il sacchetto dei pesi falsi?
12 I ricchi della città sono pieni di violenza,
i suoi abitanti affermano il falso
e la loro lingua non è che inganno nella loro bocca.
13 Perciò anch’io ti colpirò, ti produrrò gravi ferite
e ti devasterò a causa dei tuoi peccati.
14 Tu mangerai, ma senza saziarti
e la fame ti rimarrà dentro;
porterai via, ma non salverai
e ciò che avrai salvato lo darò in balìa della spada.
15 Tu seminerai, ma non mieterai;
spremerai le olive, ma non ti ungerai con l’olio;
farai colare il mosto ma non berrai il vino.
16 Si osservano con cura gli statuti d’Omri
e tutte le pratiche della casa d’Acab;
tu cammini seguendo i loro consigli,
perché io abbandoni te alla desolazione
e i tuoi abitanti allo scherno!
Tu porterai l’infamia del mio popolo!»

Da LaParola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *