Home » osea » Osea 9

Osea 9

Scegli Versione/i da visualizzare in parallelo

Nuova Riveduta C.E.I. Nuova Diodati Luzzi/Riveduta Diodati

Un servizio di La Parola.net.

Indice altri libri della bibbia

Osea 9

L’annuncio della dispersione d’Israele
Os 2:10-15; Is 32:10-14 (Os 8:13; 11:5)
1 Non ti rallegrare, o Israele, fino all’esultanza, come i popoli;
perché ti sei prostituito, abbandonando il tuo Dio;
hai amato il compenso della prostituzione su tutte le aie da frumento!
2 L’aia e il frantoio non li nutriranno,
e il mosto deluderà la loro speranza.
3 Essi non abiteranno nel paese del SIGNORE,
ma Efraim ritornerà in Egitto
e in Assiria, mangeranno cibi impuri.
4 Non faranno più libazioni di vino al SIGNORE,
i loro sacrifici non gli saranno graditi;
saranno per essi come un cibo di lutto;
chiunque ne mangerà sarà contaminato;
poiché il loro pane sarà per loro soltanto,
e non entrerà nella casa del SIGNORE.
5 Che farete nei giorni delle solennità
e nei giorni di festa del SIGNORE?
6 Essi infatti se ne vanno a motivo della devastazione;
l’Egitto li raccoglierà,
Menfi li seppellirà;
le loro cose preziose, comprate con denaro, le possederanno le ortiche;
le spine cresceranno nelle loro tende.

Gr 20:7-18
7 I giorni della punizione vengono;
vengono i giorni della retribuzione;
Israele lo saprà!
Il profeta impazzisce, l’uomo ispirato è in delirio
a motivo della tua grande iniquità e ostilità.
8 Efraim fa la sentinella davanti al mio Dio;
ma il profeta è un laccio d’uccellatore su tutte le sue vie,
un avversario contro la casa del suo dio.
9 Essi si sono profondamente corrotti come ai giorni di Ghibea!
Il SIGNORE si ricorderà della loro iniquità,
punirà i loro peccati.

Gr 2:2-7, 14-19; De 4:25-27
10 «Io trovai Israele come uve nel deserto;
vidi i vostri padri come i fichi primaticci
di un fico al suo primo frutto;
ma, non appena giunsero a Baal-Peor,
si appartarono per darsi alla vergogna
e divennero abominevoli come la cosa che amavano.
11 La gloria di Efraim volerà via come un uccello;
non più nascite, non più gravidanze, non più concepimenti!
12 Anche se allevano i loro figli,
io li priverò di essi, in modo che non rimanga loro nessun uomo;
sì, guai a loro quando li abbandonerò!
13 Io, allungando lo sguardo fino a Tiro, vedo Efraim
piantato in luogo gradevole;
ma Efraim dovrà condurre i suoi figli a colui che li ucciderà».
14 Da’ a loro, o SIGNORE! Che darai?
Da’ a loro un grembo che abortisce e delle mammelle asciutte.
15 «Tutta la loro malvagità è a Ghilgal;
là li ho presi in odio.
Per la malvagità delle loro azioni
io li caccerò dalla mia casa;
non li amerò più;
tutti i loro prìncipi sono ribelli.
16 Efraim è colpito, la sua radice è secca;
essi non faranno più frutto;
anche se generassero,
io farei morire i cari frutti del loro grembo».
17 Il mio Dio li rigetterà, perché non gli hanno dato ascolto;
essi saranno nomadi fra le nazioni.

Da LaParola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *